martedì 11 agosto 2015

Alcuni punti fermi...

Non si è mai detto che gli immigrati trovano in Europa un avvenire migliore, bensì che essi cercano di arrivarci sperando di trovarlo. E, purtroppo con l'intervento di potenti mafie internazionali che prosperano in assenza di adeguate politiche planetarie, cercano di arrivare nel cosiddetto "Occidente" in tutti i modi possibili.
Questo accade, è un fatto, indipendentemente dall'opinione che se ne può avere. La politica ha il compito di affrontare i problemi e di cercare delle possibili sempre provvisorie soluzioni. In questo blog si è sempre proposta la ricerca di risposte piene di umanità all'emergenza e di intelligenza politica (cioè di assunzione e gestione dei flussi migratori) alla stabilità. E' ovvio che le soluzioni devono essere ricercate in chiave europea e internazionale, ma nel frattempo che si fa? Quale soluzione alternativa propongono i commentatori che costantemente inveiscono contro chi cerca di alleviare i disagi di coloro che arrivano e anche dei residenti? Rubare gli effetti personali e incenerirli insieme alle coperte dei richiedenti asilo ha risolto forse il problema? Da chi accusa di buonismo i volontari non è arrivata finora una proposta concreta e sostenibile che sia una, per evitare gli accampamenti sull'Isonzo o nei parchi cittadini...
Si stigmatizza senza se e senza ma ogni forma di violenza. E questo blog lo fa non certo da oggi, difendendo i diritti di tutti coloro che sono calpestati, italiani o stranieri. E' terribile che esistano luoghi in cui non si possa professare liberamente la propria fede ed è profondamente commossa la solidarietà nei confronti di Asia Bibi, dei cristiani della Nigeria, dei monaci buddhisti del Tibet, dei caldei del Nord Iraq personalmente visitati da chi scrive, dei musulmani palestinesi bombardati a Gaza e di tutti gli altri perseguitati nel Nord Africa, dei civili ebrei e di ogni nazionalità colpiti dagli attentati, insomma di tutte le vittime delle guerre e del terrorismo. E' orrendo che ci siano gli stupri e che le donne siano vilipese e spesso uccise, da connazionali, dai propri familiari o da stranieri, è orribile che questo avvenga, sempre e comunque. Nulla può giustificare la violenza contro nessun altro essere umano e non ha alcun senso la macabra gara relativa a chi fa più del male.
E poi, "prima gli italiani!". E' una concezione della vita che presuppone un merito nell'essere nati in questo determinato luogo e in un determinato tempo. La classifica del "prima" e del "dopo" implica una graduatoria di diritto che privilegia l'assoluta casualità del vivere in un Paese piuttosto che in un altro. E' una posizione che questo blog non condivide, dal momento che chi lo coordina ritiene che il diritto della persona non è legato all'appartenenza territoriale bensì alla comune specie umana, dove la legge fondamentale dovrebbe essere quella della fraternità planetaria.
Con questo si spera di aver dato alcune delle risposte richieste da tanti commentatori e dal momento che la questione è davvero ritenuta seria e profonda non si accettano - e lo si dichiara anticipatamente - commenti che non centrino nulla con il tema, che ripropongano schemi non argomentati o che contengano esplicite offese o minacce.
Andrea Bellavite

37 commenti:

  1. sonia santorelli11 agosto 2015 13:38

    Bravissimo Andrea!
    Sottoscrivo in pieno.
    Sonia Santorelli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah santo cielo, alle due signore sopra ricordo che l'autore del post ha saggiamente raccolto anche contributi offerti da altri eh...ma poi fare la claque...va bene essere d accordo, ma non avete pensieri vostri?

      Elimina
  2. Si, è apprezzabile che si sia fatto un punto fermo di molti spunti proposti. Chiarezza che mancava è che faceva dubitare della capacita' di visione ampia da parte del promotore di questo forum. Bene.

    RispondiElimina
  3. Ci sono alcuni punti contestabili in questo discorso. In primo luogo non è che "arrvano". Arrivano perchè noi li facciamo arrivare. L'Australia è il miglior esempio di questo: un po' di sana rigidità e si toglie il business agli scafisti e si bloccano le partenze. In secondo luogo, il post non affronta assolutamente il vero tema: la sostenibilità umana, sociale ed economica di tale invasione. Non si spende una parola sul limite che tale immigrazione dovrebbe avere. Non si propone una exit strategy, una linea politica, un programma che sia diverso dal mettere in albergo un numero sempre crescente di africani e asiatici (provenienti da paesi nei quali non c'è assolutamente alcuna guerra). Sembra presupporre, tipico di chi capisce ben poco di economia, che i soldi crescano sugli alberi e che la soluzione è ospitare tutti, stranieri ovviamente in primis, in lussuosi alberghi. Forse sfugge che per ogni euro speso così, c'è un contribuente che ha lavorato duramente, per guadagnarlo. Forse quell'euro poteva essere speso per ospedali, scuole, lavoro. O semplicemente lasciato in tasca ai contribuenti più tartassati d'Europa. Il prima gli italiani è una dinamica che ha contraddistinto tutta l'umanità, da sempre, tranne che gli ultimi 15 assurdi anni. Da sempre la Storia è Storia dei popoli, di legami di sangue, di cultura, di etnia, di destino. Se un padre di famiglia ha pochi soldi, e quei pochi che ha invece che destinarli ai suoi figli li destina a degli sconosciuti, pensate sia un buon padre o un totale incosciente? Da ultimo, è innegabile che questo forum e alcuni suoi frequentatori, per motivi non del tutto chiari, forse riconducibili ad interessi economici (del tutto legittimi,basta essere onesti), abbiano una marcata sensibilità nei confronti dei finti profughi (visto che oltre il 70% viene così dichiarato da già troppo permissive commissioni) e molto meno verso le tragedie semplici, quotidiane, del nostro vicino di casa. Forse è più facile emozionarsi, muoversi, battersi nel nome di tanti, sconosciuti "ultimi" che non avere il coraggio del padre borghese di rimboccarsi le maniche e fare, in silenzio, il proprio dovere di padre, di lavoratore, di marito, di prete, di quello che si è scelto di fare o essere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. Ci sono delle commissioni in Italia che hanno dichiarato "finti profughi" il 70% dei richiedenti asilo? Citare la fonte è il minimo che si possa chiedere...
      2. Oltre alla notazione che il post non contiene un programma generale per la risoluzione delle problematiche planetarie, il commento non propone assolutamente nulla e non risponde all'unica domanda concreta che ci si deve porre: le persone arrivano, che si deve fare? Le accogliamo - con tutti i problemi che ciò comporta - o le respingiamo - ovvero spariamo ai barconi e innalziamo i muri?
      3. Il papa Francesco ha definito atto di guerra il respingimento degli immigrati, senza neppure distinguere tra richiedenti asilo o persone in cerca di lavoro. Certo, si può avere un'idea diversa da quella del responsabile della Chiesa cattolica o ritenere che l'ideale dell'universalismo evangelico sia un'assurdità, ma forse il commentatore potrebbe dimostrare un po' di rispetto nei confronti di un'idea per la quale milioni di persone hanno dato - e continuano a dare - coraggiosamente la vita.

      Elimina
    2. l'Europa dovrebbe fare come ha fatto con la Grecia. ..aiutarli a casa loro

      Elimina
    3. 1.http://voxnews.info/2015/04/23/la-bufala-dei-profughi-i-dati-ufficiali-clandestino-il-95-di-chi-sbarca/ adesso attendiamo le scuse.

      2. l'ho detto chiaro e tondo: chiudere le frontiere, respingere i barconi, istituire centri di richiesta in africa e in asia, anzi sarei proprio per mobilitare la marina e l'aviazione e andare a salvare i cristiani perseguitati in Siria e ovunque. Non per traghettare dei pasciuti marocchini con l'iphone.
      3. Papa Francesco ha parlato di PROFUGHI, non di clandestini nè di migranti economici. Papa Francesco parla anche di matrimoni, dell'importanza della Famiglia tradizionale, del crimine rappresentato dall'aborto, ma non mi pare che su questo siate stati così sensibili, quindi eviterei di tirarmi la zappa sui piedi citandolo solo quando fa comodo.

      Elimina
    4. 1. Era evidente il riferimento ai "finti profughi" dei quali si parla molto sul blog, cioè afghani e pakistani, che vengono riconosciuti con una media del 90%.
      2. Appunto lei sostiene l'esatto opposto di quanto affermato da papa Francesco.
      3. Se si parla di un argomento non si parla di un altro. Quindi lei su questo argomento e sull'universalismo cristiano la pensa in modo opposto al papa, su altri argomenti sara legittimamente d'accordo con lui.

      Elimina
    5. 1. non era evidente proprio per nulla, anche perchè si parlava delle proposte di Salvini o, comunque, quelle legate agli sbarchi che, evidentemente, non riguardano i pakistani (mi sfugge poi che guerra ci sia in pakistan) Mi sfuge anche il link tramite il quale lei dimostra il 90%. Lo attendo con ansia. Nel frattempo, aggiungo io altri link: meno del 12% sono veri profughi (statistica ANNUALE):http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/470973/Dei-150-mila-migranti-sbarcati-nel-2014-solo-il-30-ha-chiesto-asilo-politico; qui si parla del 10%http://blog.openpolis.it/2014/09/19/rifugiati-politici-status-riconosciuto-10-dei-richiedenti/. Trovo gravissimo e preoccupante che una persona come lei che ha fatto dell'accoglienza il proprio interesse principale, ignori (in buona o in mala fede, per motivi diversi è comunque grave) i veri numeri del fenomeno che Lei promuovo e di cui si vuole rendere interprete.
      2. Che c'entra Papa Francesco? Della posizione del Papa si parla al punto 3. Al punto 2 si parlava di soluzioni per arginare il problema. Che queste siano in linea o meno con quello che dice Papa Francesco, è indimostrato e comunque irrilevante.
      3. Ripeto, forse lei non ha prestato abbastanza attenzione alle parole del Papa, che parla di PROFUGHI e non di migranti economici. Capisco che, in mala fede, c'è tutto l'interesse a mescolare le due cose, ma dal punto di vista del diritto e della ragione sono due concetti completamente diversi. Che poi ci facciate business in egual modo, è altra storia...

      Elimina
    6. Io con un uomo mascherato non parlo. Se ho risposto prima era solo perché mi interessava l'argomento. Non rispondo a un vile che si nasconde dietro l'anonimato per spacciare come documentate autentiche sciocchezze...

      Elimina
    7. la resa va benissimo, la accetto e la capisco, in mancanza di fatti da opporre è la scelta più ragionevole. Abbia solo la dignità di non cancellare il massacro che ha subìto e di lasciarlo esposto al pubblico ludibrio. Grazie.

      Elimina
    8. La resa è la sua, povero ignorante (nel senso letterale del termine) he giustamente si vergogna di mettere la firma sotto le sue evidenti corbellerie. Certo che lascio tutto cosi come è, anche se a lei non interessa niente, tanto nessuno sa chi c'è dietro alle sue sparate.

      Elimina
    9. Passare agli insulti sottolinea ulteriormente la mancanza di argomentazioni.... Speriamo che serva da lezione a tutti.

      Elimina
    10. Ps aspettiamo ancora il link sul 90%..... di link che dimostrano che percentuale e', invece, inferiore al 30% ne posso produrre quanti vuole, ma immagino dai suoi silenzi che se ne sarà reso conto da solo....

      Elimina
    11. Si tolga la maschera e avrà tutte le risposte che vuole (e che sono comunque contenute nelle sue stesse fonti da lei rozzamente manipolate).

      Elimina
    12. Contra factum non valet argumentum, caro Andrea. Il nostro antipatico, monotematico ma efficiente anonimo questa volta le ha fatto fare la figura del bambino colto con le mani nel vaso della marmellata.

      Elimina
    13. Caro bellavite ma perché non pretende la firma di tutti gli anonimi di questo forum,mi sembra che non ce ne siano pochi.Non mi sembra che l'anonimo a cui chiede perentoriamente di togliersi la maschera dandogli poi del povero ignorante abbia insultato offeso o minacciato.Semplicemente la pensa in modo diverso da lei,magari sbaglia o vede le cose solo in bianco e nero.Con queste risposte mi sa che la maschera se la sia tolta lei.

      Elimina
    14. mi scusi Andrea ma in questo forum si è visto di tutto mi sembra che tutti scrivano anonimi e molti anche insultano, perchè solo questa persona, che sembra documentato molto bene e mi ha anche fattopensare, a dire il vero, dovrebbe firmarsi?

      Elimina
    15. Ho dato un'occhiata ai link postati dall'anonimo.Non li posso considerare come oro colata,ci saranno senz'altro incongruenze o imprecisioni,se però lei le considera in buona fede sciocchezze o ancor peggio menzogne si consulti con i suoi legali di fiducia e prenda in considerazione l'eventualità di segnalare questi link alla polizia postale.

      Elimina
    16. altri casi: solo 2 su 41 i veri profughi: http://voxnews.info/2015/05/09/dati-commissione-profughi-solo-2-su-41richieste/

      Aggiungo un interessante reportage che spiega come, comunque, le maglie delle commissioni siano estremamente larghe e questi clandestini ne inventino di tutti i colori pur di poter rimanere 5 anni a mangiare a sbafo della collettività: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/grande-business-dei-profughi-1100775.html

      Elimina
    17. Nella notte tutte le vacche sono nere, così come nell'anonimato tutti i commenti per quanto mi riguarda sono uguali. Io non impedisco a nessuno di scrivere senza firmare, nessuno può impedirmi di ritenere vile un interlocutore che discute senza avere il coraggio di mostrare la propria faccia. E soprattutto nessuno mi può imporre di rispondere a un uomo mascherato. Se ho fatto un'eccezione e ho risposto in questo caso è perché sono del tutto sicuro delle mie fonti che non saranno espresse su provocatoria richiesta di un anonimo in-competente bensì sono state e saranno oggetto di prossimi post. Nel frattempo consiglio all'anonimo la lettura dell'ultimo numero di Famiglia Cristiana o dei discorsi di Francesco sull'immigrazione facilmente scaricabili da www.vatican.va.

      Elimina
    18. Per la verità le vacche sono nere anche di giorno per chi ha due fette di salame davanti agli occhi,anche se doc.Se poi ritiene chi non si firma un vile interlocutore,abbia la coerenza di trattare nello stesso modo anche i post anonimi vicini al vostro modo di pensare e di vedere le cose,perchè sempre anonimi sono,ma forse non danno fastidio o pruriti.

      Elimina
    19. Tante volte ho discusso di politica anche animatamente con dei perfetti sconosciuti,anche se gli avevo davanti non mi interessava minimamente sapere il loro nome e a fine discussione difficilmente mi ricordavo la loro faccia.Lei per caso quando discute di argomenti politici o sociali con qualche sconosciuto(sempre ammesso che succeda) prima dell'inizio della discussione pretende carta d'identità, patente e codice fiscale dal suo interlocutore?

      Elimina
    20. continuiamo con gli insulti del nostro buon Bellavite.. Oltre che aver fatto una figuraccia nei contenuti, apprendiamo che giudica VILI tutti i frequentatori del suo stesso forum, visto che lui è l'unico che appare con una identificazione. Chissà cosa ne pensano i suoi stessi amichetti che, commentando anonimamente, debbono essere inclusi nella categoria dei vigliacchi.

      Ovviamente, pretendere di sapere nome e cognome su internet è una follia, lo sanno tutti, ma diciamo che dimostra la pochezza delle argomentazioni.

      Elimina
    21. Caro Anonimo, basta infierire, il Nostro Direttore ha effettivamente fatto una figuraccia, è stato messo nell'angolo, ora dimostri un pizzico di Pietas e lo lasci stare. Grazie

      Elimina
    22. Andrea, ma non ti accorgi che è sempre lo stesso che ti sta prendendo per i fondelli? Lascialo perdere...

      Elimina
  4. Papa Francesco parla spesso e dolorosamente, di cristiani perseguitati. Purtroppo anche questa è una realtà di non poco conto.

    RispondiElimina
  5. Stai zitta o ti ributto in mare.
    questa la risposta di uno scafista sanguinario ad una donna con bambini che chiedeva un po d acqua per i piccoli.
    Dobbiamo scegliere.
    O lasciare che questi maledetti violenti ammazzino la gente buttando donne e bambini in acqua senza pieta' dopo averli stuprati e derubati, e piagnucolare a riva lavandosi la coscienza con accoglienza, oppure fermare questo massacro.
    come?
    Annunciando la fine dell accoglienza umanitaria.
    Nno cè altra scelta.
    I centri di richiesta in africa e in asia non servono a nulla. servono solo a creare attentati in cui verranno ammazzati gli operatori umanitari,sabotando le agenzie umanitarie perchè i trafficanti di esseri umani vogliono moneta sonante e fanno di tutto per averla, spingendo chiunque ad andare in europa, anche chi non ha problemi.
    loro non cercano chi non ha grossi problemi ma chi ha soldi per pagare.
    I poveri, le vittime di guerra, i bambini non interessano perchè non pagano.
    Accogliere significa dare via libera a criminali senza pietà.
    Fermare l' accoglienza vuol dire fermare i barconi, cioè la criminalità sanguinaria, i morti, le torture, le violenze degli scafisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine è interesse dell'elite economica europea ed occidentale in genere ed alla loro servitù politica essere complici o addirittura mandanti di questo disumano traffico di esseri umani.Il loro scopo è ben preciso:creare una società debole,divisa,povera e senza alcun riferimento culturale,devastata da conflitti sociali interni per mancanza di lavoro e per una totale assenza di welfare.La pacifica,felice e gaudente civiltà multiculturale che i media venduti al loro padroni ci propinano ogni giorno è ormai mera utopia,mancando i requisiti minimi per la sua creazione.Gli scafisti e tutte le realtà criminali in Africa ed in Medio Oriente compreso daesh di cui il fanatismo religioso è una pura copertura alla quale crediamo come dei pecoroni sono al soldo delle intelligence occidentali.Finchè non capiremo chi è il vero nemico,non ci sarà nessuna speranza,sia per noi che per questa massa di disgraziati.

      Elimina
    2. https://aurorasito.wordpress.com/2015/08/11/perche-la-siria-vince-avanza-verso-una-vittoria-strategica-che-trasformera-il-medio-oriente/
      Ad esempio combattendo sul serio il terrorismo e cominciando a dire la vertià su ciò che sta accadendo da quelle parti.Quando daesh sarà sconfitto e si taglieranno definitivamente i cordoni economici che li finanziano tutta questa ondata migratoria comincerà a scemare.Che figura magra però farci togliere le castagne dal fuoco da Iran Siria,Hezbollah e Russia che sono i cattivoni di turno

      Elimina
    3. Anonimo delle 22 59, purtroppo non esiste un vertice unico della piramide.
      Anche nel linguaggio comune, diciamo 'le forze del male'. Plurale.
      Non meritiamo di essere chiamati pecoroni. davanti a ciò che i fanatici islamici e le loro violenze compiono. E' ingiusto nei confronti delle vittime di quelle violenze. Lei sa poco di paesi islamici,ma io che ci vivo le posso assicurare che i fanatici esistono e non sono al soldo di nessuno se non della loro ideologia.
      La mia famiglia è in parte islamica e non accetto che lei definisca pecoroni coloro che da secoli soffrono contro quel fanatismo religioso islamico violento e blasfemo, che esiste, si fa sempre più violento e con il quale non c'e' dialogo.
      Lei un fanatico islamico non l'ha mai visto da vicino nè incontrato in vita sua. non credo che lei, ne la sua famiglia, siate stati insultati da un fanatico religioso che aspetta le donne della sua famiglia sotto casa con la frusta in mano per minacciarle.
      Daesh è una realtà violenta che raccoglie fermenti secolari. il male si annida facilmente, e come ci ricorda una nota filosofa, spesso è di estrema 'banalità'.
      l Europa è stata stravolta dall ideologia sterminatrice nazista che oggi noi aborriamo. siamo forse dei pecoroni a credere che quel Male fosse un immensa messa in scena? Una copertura?
      e gli stermini di Stalin? Anche quelli una copertura?
      il Male ha molte facce ed è, spesso più 'banale' di quanto crediamo. Niente complotti, niente coperture, nessuna misteriosa architettura.
      il Male è già nell' uomo, così com'è. Gratuito.

      Elimina
    4. Il medio oriente ha bisogno di un forte riassetto degli equilibri geopolitici.Anni di dominio unipolare ha portato soltanto guerre,massacri e tensioni.Adesso nuovi attori si stanno affacciando su questo scacchiere.L'Iran con la fine delle ridicole sanzioni potrà fare la sua parte,la Siria dovrà essere messa in grado di decidere da chi essere governata,non è che sia un tifoso sfegatato di Assad,ma millle volte meglio lui che i pazzi del califfato sostenuti da Arabia Saudita e Israele.Se non si troverà un eqiuilibrio anche precario tra questi stati e le potenze occidentali da un lato e quelle emergenti dall'altra l'incendio si propagherà anche nella vicina Europa.Ricordo che nessun impero nella storia del mondo sia durato all'infinito.

      Elimina
  6. Il Male, il Bene, i Buoni, i Cattivi. Ma una volta su questo non si facevano i fumetti dell'Intrepido?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, c'er a anche il Cretino, è arrivato alle 13.15.

      Elimina